Rocca d’Ajello

Il nome Rocca d’Aiello deriva del latino “agellum” cioè “campicello”: la fortezza sorge infatti a circa 400m.

di altitudine su una collina da cui si domina il paesaggio circostante.

Il fatto che la costruzione sia stata concepita come fortezza, serve a spiegare il carattere particolare del giardino di Rocca d’Ajello, la cui struttura è rimasta invariata nel tempo proprio perché la configurazione collinare e boschiva del luogo e la presenza di una cinta muraria ne hanno impedito l’espansione e la trasformazione secondo il gusto dei secoli successivi.

La rocca D' Ajello rappresentava lo snodo cruciale della linea difensiva fatta innalzare da Giovanni detto Spaccaferro per contrastare gli sporadici attacchi provenienti da Matelica e da San Severino. Quasi un secolo prima Gentile I aveva fatto costruire due torri in collegamento visivo con altre fortificazioni e collegate attraverso una galleria sotterranea. Le torri vennero poi saldate ad altre strutture murarie fino a formare una villa con rocca.

Informazioni

Nome della tabella
Costruzione 1382

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Camerino dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali